Analisi dell’effetto whoosh e la teoria della ritenzione idrica intra-adiposa

L’effetto whoosh (o whoohes), letteralmente ventata o folata, è un termine introdotto da Lyle McDonald per indicare quel popolare fenomeno riscontrato dai bodybuilder, e visibile soprattutto con bassi livelli di grasso, che consiste in una rapida perdita di acqua dopo un periodo di stallo nella perdita di peso (1).

Whoosh e ritenzione idrica intra-adiposa

L’effetto whoosh è legato alla teoria secondo cui, quando la cellula adiposa viene svuotata di trigliceridi, viene subito riempita di acqua per un certo periodo, effetto che era stato verificato da almeno una ricerca (2). McDonald ha trattato l’effetto whoosh nel suo testo the Stubborn Fat Solution (2008) (1), riconoscendo il fatto che non sia universale, ma che dipenda dalla predisposizione a trattenere acqua. I soggetti che presentano maggiori problemi di ritenzione tendono ad andare in contro all’alternanza tra improvvisi “whooshes” (cioè rapide perdite) e stalli di peso.

Questi stalli si mantengono per periodi relativamente lunghi impedendo di osservare progressivi miglioramenti visivi, nonostante il processo di dimagrimento possa rimanere costante. Questo aumento della ritenzione idrica intra-adiposa provocherebbe una variazione della consistenza e dell’aspetto del grasso, quello che l’autore riconosce come “squishy fat” (grasso molliccio). Questo fenomeno, notabile soprattutto nei soggetti magri, potrebbe essere in parte dovuto alle variazioni strutturali delle cellule adipose (atrofia o aumento del contenuto di acqua).

Se vuoi leggere l'intero articolo abbonati adesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − sette =